Il ruolo del budget nel controllo di gestione

Il budget ed il suo ruolo nel controllo di gestione

 

Tutti conosciamo il budget, ma che ruolo ha nel controllo di gestione? Ed in che modo contribuisce ad una gestione efficace? Queste sono domande che ogni buon imprenditore dovrebbe porsi perché è anche dalle risposte a queste domande che ne va la buona riuscita dell’attività aziendale. Cerchiamo quindi di sviscerare l’argomento partendo da un cappello introduttivo sulle attività di controllo di gestione per poi approfondire al suo interno la definizione ed il ruolo del budget.

 

Il controllo di gestione: cos’è e a cosa serve

 

Come affrontato in precedenti articoli, per controllo di gestione si intende quell’insieme di tecniche e strumenti che operano sulla pianificazione e sul controllo dell’andamento aziendale e che hanno come obiettivo quello di aiutare il management nella progettazione di strategie atte a migliorare i risultati economici e finanziari aziendali (ad esempio rispondendo a domande del tipo: come migliorare le quote di mercato, aumentare la saturazione della produzione ecc.).

Sviluppandosi attraverso 4 diverse fasi, il controllo di gestione, se ben redatto, è in grado di pianificare azioni specifiche e mirate a raggiungere gli obiettivi di crescita prefissati (solitamente, nella fase di pianificazione operativa) ma non solo, anche mantenere alti i margini di guadagno in un mercato sempre più agguerrito e sotto controllo i costi legati alla vendita del proprio prodotto/servizio.

 

Il budget nel controllo di gestione: cos’è

 

Il budget è uno degli elementi distintivi, insieme alla contabilità direzionale, al reporting e ai Key performance indicators, del meccanismo operativo noto come controllo di gestione e si inserisce in quella che è la sua fase di programmazione operativa (è in questa fase del controllo di gestione, infatti, che vengono redatti i piani strategici ed i budget con le strutture organizzative e secondo responsabilità economiche). Documento contabile amministrativo che, con riferimento ad un orizzonte temporale di breve periodo, traduce in termini quantitativo – monetari i dati contenuti nel piano aziendale di medio-lungo andare.

Con budget si intende infatti l’espressione quantitativo-monetaria di un piano di azione proposto dalla direzione per raggiungere un determinato obiettivo di crescita. E’ quindi un documento contabile amministrativo che, con riferimento ad un orizzonte temporale di breve periodo, traduce in termini quantitativo – monetari i dati contenuti nel piano aziendale di medio-lungo termine, è sempre relativo ad un periodo futuro (di solito un anno) e consente di formulare un bilancio preventivo. 

E’ composto di vari documenti, chiamati budget settoriali, relativi alle singole aree funzionali dell’azienda, redatti e messi insieme in quello che viene chiamato processo di budgeting, processo attraverso cui è possibile:

  • individuare gli obiettivi di carattere economico ed i modi per realizzarli
  • misurare se tali obiettivo sono o no stati raggiunti
  • determinare le cause di possibili scostamenti dei valori effettivi con quelli di riferimento.

 

Gli obiettivi generali vengono quindi suddivisi e specificati nel dettaglio attraverso la definizione dei budget settoriali, anche detti piani operativi, che nello specifico sono tre, il piano commerciale, della produzione e degli investimenti, ed insieme formano quello che chiamiamo Budget d’esercizio.

 

Il ruolo del Budget nel controllo di gestione

 

Come appreso, il budget come documento rappresenta non un sunto ma piuttosto una condizione obiettivo che si vuole raggiungere nell’anno futuro, sia per quanto riguarda i ricavi che i costi. Il suo scopo, e quindi ruolo, è quello di contribuire al buon coordinamento ed integrazione delle unità organizzative nel conseguimento del piano strategico proposto dalla direzione, ma non solo, le sue funzioni sono molte ed ognuna di loro è essenziale ai fini di una buona programmazione e controllo aziendale.

 Nello specifico il budget svolge le funzioni di:

  • guida ed orientamento
  • motivazione dei responsabili
  • omogeneizzazione dei termini economico-finanziari
  • formazione ed apprendimento
  • coordinamento delle azioni
  • relazione tra aree aziendali
  • programmazione e controllo

 

 

 

 Clicca qui per conoscere tutte le nostre proposte di consulenza in marketing strategico

Inoltre con noi la prima consulenza di marketing è gratis! Che vuoi di più? Richiedi subito informazioni!

 

E come se non bastasse solo Marketing Col Cuore ti dà la garanzia Soddisfatti o Rimborsati al 100%. Non lo sapevi? Scopri di cosa si tratta.

Share This