Le cause di una crisi aziendale

 

Conoscere, ma soprattutto saper prevedere, tutte le principali cause di una crisi aziendale, è fondamentale per garantire la sopravvivenza dell’azienda. Come sappiamo infatti dai nostri precedenti articoli (si veda “come affrontare una crisi aziendale”), la possibilità di una crisi aziendale è sempre dietro l’angolo e, nello specifico caso in cui si decida di fare impresa, non si può prescindere dalla possibilità, seppur recondita, di doversi ritrovare ad affrontarne una. 

Dallo stesso articolo sappiamo anche che le principali difficoltà che solitamente traghettano l’impresa verso un periodo di crisi, sono da considerarsi dovute sia a fattori esterni che interni all’ambiente aziendale e che, per questo specifico motivo, è fondamentale monitorare continuamente entrambi gli ambienti così da poter individuarne l’insorgere con opportuna tempestività.

 

Le cause di una crisi aziendale a carattere “interno”

Nel corso della sua vita ad un’impresa può capitare molto facilmente di andare in contro a situazioni di squilibrio a causa non tanto di fattori esterni ma piuttosto di inefficienze operative del management che, prolungandosi nel tempo, finiscono per deteriorare la situazione economico, finanziaria e patrimoniale dell’azienda stessa. Le principali tipologie di irregolarità che hanno come conseguenza il malfunzionamento interno dell’organizzazione sono:

  • Crisi di inefficienza
    A sua volta può essere di tipo produttivo (se strumenti di produzione e tecnologie obsolete o insufficienti), commerciale (se spese in marketing e vendite maggiori dei ricavi che ne derivano) e/o organizzativo (se vi è mancanza di adeguati strumenti di controllo e programmazione e soprattutto se non viene svolta una pianificazione a medio-lungo termine)
  • Crisi da errori strategici/incapacità di programmare/carenza di innovazione
    Si ha quando queste tre deficienze vengono a manifestarsi congiuntamente cioè quando l’impresa si trova in una situazione in cui manca non solo di innovazione interna, (ovvero è incapace di sviluppare nuove e soprattutto profittevoli idee), ma anche dell’abilità a redigere opportuni programmi aziendali. Se a questo si aggiunge anche la presenza di errori nelle strategie (come ad esempio il mantenimento in vita di attività che non generano più ricavi), si entra in uno stato di crisi.

 

Le cause di una crisi aziendale a carattere “esterno”

Come già accennato, le cause che possono dare origine ad uno stato di crisi aziendale non sono però da considerarsi solo di tipo interno; ne esistono infatti anche di esterne e sono da suddividersi in tre tipologie:

  • Cause generali
    Questo genere di cause è solitamente generato da più fattori come:

    •  la situazione economica generale (disoccupazione, inflazione, ecc.)
    •  lo stato delle istituzioni (il livello di tassazione, la politica del lavoro, ecc.)
    • il livello di servizi ed infrastrutture (che servizi ed infrastrutture vengono forniti all’impresa)
    • politica del territorio (se ostile allora ostacolo all’azienda)
    • la situazione demografica (se cambia allora dovrà cambiare anche l’offerta di prodotti e servizi)
  • Cause tecnologiche
    Per queste cause i fattori scatenanti invece sono:

    • la situazione tecnologica (mancanza della tecnologia necessaria a rendere attualizzabili le teorie scientifiche)
    • il livello di ricerca e lo stato delle scoperte scientifiche (ostacolo se basso)
  • Cause di mercato
    Ogni settore di mercato può provocare l’insorgere di quelle dinamiche che generano poi lo stato di crisi. I principali settori generanti poi la crisi spesso nello specifico sono:

    • mercato del lavoro (da cui si attingono le risorse umane basilari per impostare una crescita aziendale)
    • mercato dei capitali (in cui vengono scambiate le risorse finanziarie)
    • mercato dei fattori (dove si recuperano le risorse necessarie al processo produttivo)
    • mercato di sbocco (quel settore di mercato in cui è fondamentale osservare e comprendere il comportamento di clienti, consumatori e concorrenti)

 

Dall’elenco appena esplicato delle molteplici tipologie di cause scatenanti lo stato di crisi aziendale (siano queste a carattere interno o esterno) si evince chiaramente come il monitoraggio continuo di entrambi gli ambienti aziendali non solo sia fondamentale per la sopravvivenza dell’azienda ma sia anche un’operazione di una certa difficoltà da portare avanti; tanto difficile quanto fondamentale, quindi. Per questo motivo, infatti, è comune norma affidarsi ad esperti del settore i quali, avvalendosi di specifici software di Business Intelligence, sono in grado di raccogliere, analizzare e tradurre in tempi ridotti i dati in conoscenza e riescono non solo a minimizzare le possibilità di insuccesso, ma anche a farlo in maniera economica.

Clicca per conoscere la nostra proposta per un Piano di Risanamento aziendale che non solo sia fattibile ma anche risolutivo.

Ricordati che la prima consulenza in marketing con noi è GRATIS. Richiedi subito informazioni.

 

Non solo: Solo Marketing Col Cuore ti dà la garanzia Soddisfatti o Rimborsati al 100%Scopri di cosa si tratta.

Share This