La ristrutturazione aziendale: come funziona

Il processo di ristrutturazione aziendale è un processo lungo e che deve essere svolto con la massima attenzione e cura dal momento che da questo dipendono le sorti future dell’azienda. Sappiamo infatti che quando si decide di fare impresa non si può prescindere dalla possibilità di cadere in uno stato di crisi aziendale e, se questo accade, la realizzazione di un piano di ristrutturazione aziendale risulta essere l’unica vera soluzione percorribile per uscire dall’impasse.

Crisi aziendale

Come già affrontato nei nostri precedenti articoli (si prenda ad esempio “Come affrontare una crisi aziendale, tutte le soluzioni”) per crisi aziendale si intende generalmente quel periodo più o meno lungo della vita di un’impresa in cui le condizioni di operatività della stessa vengono meno a causa di specifici e decisamente rilevanti elementi di difficoltà. La crisi d’azienda può essere essenzialmente di due tipi, economica o finanziaria. La prima si ha quando l’attività di produzione non è più in grado di remunerare il complesso dei fattori produttivi (ovvero quando l’impresa consegue risultati economici negativi); la seconda, invece, si ha quando il magazzino ed i crediti non riescono a generare la liquidità necessaria per rispettare le scadenze dei pagamenti; in altre parole quando viene a mancare la sincronia tra le poste finanziarie attive e passive. Insomma, qualunque azienda può ritrovarsi in uno stato di crisi ed è per questo che è fondamentale farsi fin da subito un’idea delle possibili circostanze negative che potrebbero accadere osservando attentamente non solo la propria azienda ma anche il mercato stesso, di modo da captare i problemi sul nascere e risolverli subito così che non diventino un macigno impossibile da sostenere. Allo stesso modo è quindi opportuno anche redigere e tenere pronti più piani di rilancio (o ristrutturazione), ognuno predisposto ad affrontare una delle possibili circostanze negative future.

La ristrutturazione aziendale

La ristrutturazione aziendale altro non fa che cercare di ripristinare quelle specifiche condizioni di equilibrio economico-patrimoniale-finanziario che sono venute meno col sorgere della crisi aziendale stessa e di cui abbiamo parlato sopra.

Per poter portare avanti con successo un processo di ristrutturazione aziendale, è assolutamente necessario redigere un piano di rilancio aziendale (o di ristrutturazione, appunto) che definisca un budget per sostenere i costi della ristrutturazione stessa e che guidi le decisioni prese nel tempo. La redazione di questo piano è l’unico modo per riuscire ad uscire da uno stato di crisi aziendale e perché il piano abbia successo, questo non può prescindere da un’attenta analisi delle condizioni di partenza dell’azienda; analisi, questa, che dovrà essere rielaborata ma mano che si affrontano i vari problemi, modificando ed aggiornando quindi costantemente anche il piano di ristrutturazione stesso.

Una volta eseguita eseguita l’attenta analisi (e tenuto presente che sarà necessario rifarla con regolarità nel futuro) è il momento di sviluppare una strategia che renda l’azienda più produttiva e che sia in grado di riportarla quindi in equilibrio e fuori dallo stato di crisi. Questa strategia deve essere ovviamente calendarizzata e sempre messa a confronto con i dati ricavati dalle regolari analisi.

Una volta calendarizzata la strategia, il piano è pronto e tutto quello che resta da fare è metterlo in pratica. In questa ed ultima fase del processo di ristrutturazione aziendale è fondamentale non solo la costanza e la determinazione ma anche e soprattutto il saper rispettare le date e le scadenze prefissate nel piano.

 

Dal momento che, come si sarà intuito, la redazione di un piano di ristrutturazione aziendale è decisamente difficile da affrontare (soprattutto se non si è in possesso degli strumenti adatti a farlo) è buona e comune norma affidarsi ad esperti del settore i quali, avvalendosi di specifici software di Business Intelligence, sono in grado di raccogliere, analizzare e tradurre in tempi ridotti i dati in conoscenza e riescono non solo a minimizzare le possibilità di insuccesso, ma anche a farlo in maniera economica.

 

Clicca per conoscere la nostra proposta per un Piano di Risanamento aziendale che non solo sia fattibile ma anche risolutivo.

Ricordati che la prima consulenza in marketing con noi è GRATIS. Richiedi subito informazioni.

 

Non solo: Solo Marketing Col Cuore ti dà la garanzia Soddisfatti o Rimborsati al 100%Scopri di cosa si tratta.

Share This