Sovraindebitamento e start-up innovativa: come funziona

Come funziona il sovraindebitamento per una start-up innovativa

 

La start-up innovativa è un modello societario ormai famoso per le sue molteplici agevolazioni come quella della possibilità di sovraindebitamento. Questo tipo di imprese, infatti, nei loro primi cinque anni di attività sono escluse da ogni tipo di procedura concorsuale eccetto a quelle di composizione della crisi da sovraindebitamento, appunto, per le quali sono comunque chiaramente prevista una via di uscita agevolata. Ma cosa si intende nello specifico per procedure di composizione della crisi da sovraindebitamento di una start-up? E come funziona? Scopriamolo insieme, non prima però di aver fatto un doveroso cappello su cosa s’intenda, generalmente, per start-up innovativa.

 

Start-up innovativa: cos’è

 

Ormai è già un po’ di tempo che parliamo di start-up innovativa su questo blog per cui ci limiteremo solo a ricordare che, quando si parla di questo tipo di società, si intende solitamente un particolare tipo di start-up il cui focus è  quello di sviluppare, produrre e commerciare beni e/o servizi ad alto valore tecnologico. Per tutti gli altri aspetti essenziali, come i vantaggi, gli obblighi e i documenti necessari alla costituzione, si rimanda ai nostri articoli precedenti. 

 

Sovraindebitamento per una start-up innovativa: che significa

 

Come dicevamo, nei suoi primi cinque anni di vita una start-up innovativa è considerata infallibile dal nostro ordinamento e può soltanto concorrere alle procedure di composizione della crisi da sovraindebitamento. 

 

Ciò è stato deciso in considerazione dell’oggetto di business di queste imprese che è altamente innovativo e, quindi, anche altamente rischioso. Secondo la legge 03/2012, gli è stata infatti data la possibilità di non fallire per i primi 5 anni e di ricorrere alle procedure di sovraindebitamento ogni volta che lo ritiene opportuno e indipendentemente dal fatturato e dal volume dei debiti. Questo significa che per le start-up innovative è prevista anche una via d’uscita agevolata in caso di sovraindebitamento: possono scegliere se risolvere le eventuali crisi di debito, e in quel caso lo farebbero in maniera agevolata, oppure di farsi liquidare, altrettanto semplicemente, attraverso un piano di liquidazione appositamente previsto dalla normativa stessa. 

 

Sovraindebitamento per una start-up innovativa: come funziona

 

La legge che abbiamo appena citato, la famosa legge 3/2012, oltre a prevedere l’esenzione dalle procedure concorsuali per cinque anni (ad eccezione di quelle di sovraindebitamento) e a prevedere comunque una via di uscita agevolata dalla crisi, prevede anche una serie di requisiti a cui le start-up innovative dovranno chiaramente sottostare se vogliono assicurarsi tutte le agevolazioni elencate che, diciamoci la verità, non sono certo poche. 

 

Tali requisiti per accedere alle procedure di sovraindebitamento sono quattro: 

 

  1. Essere regolarmente iscritti all’elenco speciale delle Start-up innovative (e avere regolari documenti di costituzione). 
    • Questo vale anche per quelle a vocazione sociale. Il concetto dietro è che deve rimanere valido almeno uno dei 3 requisiti di base che rendono l’azienda innovativa.
  2. Essere effettivamente in stato di sovraindebitamento. Lo squilibrio tra risorse liquidabili e debito da onorare deve essere reale ed evidente.
  3. Essere pulita. Se infatti all’interno della start-up ci sono stati casi di frode, o sono in corso indagini al riguardo, tale start-up è esclusa dalla possibilità di sovraindebitarsi.
  4. Le agevolazioni di accesso alle procedure di sovraindebitamento sono comunque in deroga alle normali soglie di non fattibilità. Questo significa che in base a tali soglie potrebbe essere messo un tetto al sovraindebitamento oppure  requisita la possibilità stessa di accesso. 

 

————-

 

Abbiamo visto insieme come il modello societario di start-up innovativa abbia tra le agevolazioni quella di poter accedere alle procedure di sovraindebitamento. Abbiamo visto poi cosa significa tale possibilità e anche quali sono i requisiti affinché una start-up innovativa possa accedervi in toto. Speriamo di aver dipanato qualche dubbio amletico, ma questo è solo un blog e non può rispondere a tutto. E’ per questo che è sempre saggio affidarsi ad esperti del settore, così da essere tutelato e guidato durante tutto il percorso di apertura, vita e, perchè, di sovraindebitamento della propria start-up. Ad ogni modo, nel caso in cui vi fosse rimasto ancora qualche dubbio, non esitate a contattarci! Il nostro staff sarà più che lieto di rispondere ad ogni tua domanda. 

 

Scopri come costituire una start-up innovativa