Che ruolo ha la tecnologia nell’Integrated Reporting

 

Che ruolo ha la tecnologia nell’Integrated Reporting? Della tecnologia, si sa, oramai non se ne può più fare a meno. Man mano che gli anni passano questa gioca un un ruolo oramai sempre più fondamentale, soprattutto nell’Integrated Reporting dove amplia ed estende la sua potenza. Andiamo per gradi però, spiegando prima cos’è l’Integrated Reporting ( abbreviato IR), per poi capire come mai e in che modo la tecnologia abbia un impatto così forte su di esso. 

 

L’Integrated Reporting: cos’è

Abbiamo più volte e da più punti di vista affrontato l’argomento “Integrated Reporting” (per maggiori informazioni al riguardo si veda qui) e possiamo affermare che per IR si intende un nuovo ed utile strumento, che negli ultimi anni si è diffuso per gestire unificatamente i vari reporting aziendali. Un modello innovativo in grado di dare contezza della modalità con cui le aziende generano valore ed il presupposto che sta alla sua base è che gli asset che creano valore e crescita per le aziende non sono solo quelli tangibili (ovvero beni fisici/ risorse e beni rappresentati principalmente da misure quantitativo-fisiche e economico-finanziarie/ es. immobili impianti industriali) ma anche quelli intangibili (ovvero informazioni di natura non finanziaria).

 

Il Ruolo della Tecnologia sull’IR

La tecnologia è sempre stata fondamentale nell’ambito dei processi informativi aziendali. Le ICT  (= Information Communication Technologies) infatti da sempre rappresentano la chiave per abbattere i costi dei processi informativi, aumentare la velocità di svolgimento dei processi informativo-contabili e amministrativi e migliorare la qualità dei dati e delle info prodotte. Ed è applicata all’Integrated Reporting che la tecnologia aumenta e diversifica ancora di più l’importanza del suo ruolo. Non più solo strumento di conversione puntuale e scadenzato (una volta l’anno) della dinamica aziendale in cifre, ma infrastruttura che consente di tradurre continuamente i processi aziendali in una rappresentazione dinamica e integrata della creazione di valore dell’azienda. 

Difatto la tecnologia impatta il processo informativo dell’IR su più campi; nello specifico:

  • 1) Nella raccolta dei dati ed elaborazione delle informazioni
    • La tecnologia cambia il modo attraverso cui l’info per il report viene preparata. Un esempio ne è il Cloud, efficace strumento di raccolta elaborazione e diffusione dati, creato per ovviare alla moltitudine e varietà di dati e informazioni necessari per la redazione dell’Integrated Reporting.  Esistono diverse tipologie di Cloud per la raccolta e la diffusione dei dati e sono: Private Cloud, Community Cloud, Public Cloud, and Hybrid Cloud. Sono diversi a seconda delle informazioni che raccolgono e per l’IR vengono usati solo il Private, il Community ed il Public Cloud. (il capitale finanziario, produttivo ed intellettuale andranno del private, il capitale umano, sociale, relazionale e naturale nel social)

NB: PRO: Con l’uso del Cloud le parti interessate possono usufruire delle info di cui hanno bisogno in qualsiasi momento e in qualsiasi posto (senza cioè dover essere fisicamente in azienda). Inoltre il Cloud aumenta il numero di persone che possono attingere alle informazioni (possono accedervi sia soggetti interni che esterni all’azienda e così facendo è possibile raccogliere info e dati sia finanziari che non). CONTRO: Privacy dei dati super importante. Bisogna stare attentissimi a garantire che solo i componenti dell’organizzazione vedano le proprie informazioni

 

  • 2) Nel modo in cui le info sono rese disponibili e usate dai destinatari, siano essi finanziatori o altri interlocutori esterni all’impresa
    • come strumento per rappresentare le info nel report (attraverso ulteriori strumenti in grado di rendere la comunicazione del processo di creazione di valore quanto più dinamica ed interattiva possibile) = amplia contenuto del reporting e lo rende più rilevante senza per questo aumentare di fatto la complessità della preparazione ma anzi tecnologia aiuta la preparazione di tutti quei contenuti soprattutto non finanziari (permette di esplicare i dati in modo efficace)
    • come canale per veicolare le info ai diversi destinatari in modo personalizzato e su più piattaforme = social media, sito internet, cloud. Ogni canale ha caratteristiche diverse e offre quindi opportunità di comunicazione e fruizione del reporting diverse ma comunque ognuno di questi canali sicuramente velocizza e migliora non solo la facilità d’accesso e l’utilizzo ma anche l’analisi delle info e dati. 
  • 3) Nei requisiti di efficacia del sistema informativo
    • 1° requisito: la connettività = capacità di rappresentare le relazioni dinamiche e sistemiche tra le attività dell’azienda mediante relazioni analoghe tra dati ed informazioni e strumenti che rendono la rappresentazione flessibile e personalizzabile rispetto ai destinatari. La connettività deve essere garantita e mantenuta a tutti i livelli (tra report core ed i more report così come i diversi key performance indicators e qualsiasi altro risultato prodotto dall’azienda)
    • 2° selettività (e capacità di identificare le info effettivamente rilevanti per i processi decisionali da affrontare) + evitare che tali info si perdano nell’enorme massa dei Big Datas. = T. crea interconnessioni tra documenti e gruppi di info di modo che non vi siano info duppie o ridondanti. NB requisito derivante dal principio di materialità sui cui l’iR si basa (attenzione sulle sole questioni – positive o negative – che realmente modificano la capacità dell’azienda di creare valore nel breve, medio e lungo periodo)
    • 3° disponibilità dei dati e delle info = consentire ai destinatari di fruire di informazioni adattabili a diverse personalizzazioni e compatibili con piattaforme e sistemi differenti. (spesso usato il Cloud Computing per la ripartizione dei dati del report)
    • 4° trasparenza del processo informativo e del reporting in sé e del modello di business che viene rappresentato, oltre che delle analisi che vengono presentate sulla dinamica aziendale 

 

Le tecnologie ad oggi disponibili consentono di supportare le aziende nell’elaborazione, redazione e diffusione dell’IR. Consentono un approccio al reporting veramente integrato, rendendo, di fatto, effettiva l’integrazione tra le diverse prospettive. Inoltre, aumentano la propria efficacia soprattutto se utilizzate nella fase di concepimento dell’azione aziendale (e non soltanto per la produzione e rappresentazione delle informazioni), quella da cui poi scaturiscono strategie, decisioni, operazioni e risultati. In conclusione l’ICT è un elemento fondamentale per dare concretezza prima all’Integrated Thinking e, poi, all’Integrated Reporting. 

 

Clicca qui per conoscere tutte le nostre proposte di consulenza in marketing strategico

Inoltre con noi la prima consulenza di marketing è gratis! Che vuoi di più? Richiedi subito informazioni!

 

 

E come se non bastasse solo Marketing Col Cuore ti dà la garanzia Soddisfatti o Rimborsati al 100%. Non lo sapevi? Scopri di cosa si tratta.

 

Share This