Come scrivere una tesi in marketing

Tesi in marketing: come scriverla? 

 

Tesi in marketing: come scriverla? Il momento della tesi, si sa, è forse il momento più importante nella vita di uno studente universitario ed è per questo che, nell’approcciarsi alla scrittura di una tesi, specialmente se in marketing, è necessario seguire alcuni preziosi consigli di modo da minimizzare le probabilità di insuccesso. Andiamo per gradi però, spiegando prima brevemente cosa sia una tesi di laurea e andando poi a declinare una serie di consigli specifici per scriverne una a tema marketing.

 

Tesi di laurea: cos’è

Come già ampiamente trattato anche in altri nostri articoli al riguardo, possiamo affermare senza esitazioni che il momento della tesi è solitamente il momento più importante nel percorso di studi di ogni studente universitario in quanto ne sancisce il termine rappresentando, quindi, un po’ la resa dei conti di tutto quello che lo studente ha imparato durante gli anni. Nello specifico per tesi di laurea si intende un documento che viene redatto dallo studente (solo dopo averne concordato l’argomento base con il relatore, ovvero il docente della determinata disciplina in cui si è scelto di laurearsi) al termine del proprio percorso di studi universitari per ottenere il titolo di Dottore. Questo documento può avere natura compilativa o sperimentale, a seconda di come lo studente decide di affrontare ed approfondire la tematica concordata con il relatore, e consiste nel sostenere, appunto, una determinata tesi, ovvero argomentare dettagliatamente tutto il percorso che, da una serie di ipotesi di partenza, conduce ad una serie di conclusioni finali. 

 

Tesi in marketing: Consigli utili

Nel caso in cui si scelga di scrivere una tesi (sia questa in marketing o in qualsiasi altra materia) la prima cosa da fare è decidere se redigerne una di tipo compilativo o sperimentale. La prima fa riferimento ad elaborati che trattano uno specifico argomento e consiste nella riformulazione e rielaborazione di concetti, teorie e strategie già esistenti. La seconda (definita anche “tesi di ricerca”) si basa essenzialmente sull’analisi di una situazione nuova o mai studiata prima sotto una determinata luce o aspetto.

Nel caso in cui si decida di redigere una tesi in marketing, invece, sia questa compilativa o sperimentale, è necessario innanzitutto dedicare particolare attenzione alla scelta dell’argomento. Se si dovessero avere dubbi al riguardo non c’è da preoccuparsi, il web è pieno di consigli e di ipotetici argomenti da trattare. Ad ogni modo, per comodità ed esaustività ne elenchiamo anche noi alcuni:

  • Il marketing polisensoriale
  • Il concetto di Insight ed i suoi recenti sviluppi
  • Digital e Social Media marketing
  • Corporate communication
  • Consumer behavior
  • Tecniche di public speaking e di fundraising

 

Questi ovviamente sono solo alcuni degli argomenti possibilmente trattabili; la scelta effettiva poi spetta poi allo studente il quale dovrà comunque porla in esame al relatore prima di procedere a svilupparla. Nel caso in cui si volesse redigere una tesi in marketing di tipo sperimentale, ad esempio, la scelta migliore non sarebbe tanto quella di prendere spunto da argomenti citati sul web ma di analizzare e raccontare quindi una realtà che si conosce bene e che si è toccato con mano o che si ha comunque modo di studiare da vicino. Se dopo essersi fatti un’idea su quel che serve per redigere una tesi in marketing ci si sente ancora in alto mare esiste comunque la possibilità di affidarsi a servizi di consulenza (più comunemente chiamati di tutoraggio) dedicati, di modo da essere accuratamente seguiti dalla scelta dell’argomento fino al momento della rilegatura. 

 

Clicca qui per conoscere il nostro servizio di consulenza personalizzato per la redazione della tesi di laurea

 

E non scordarti che con noi la prima consulenza di marketing è gratis! Richiedi subito informazioni!

Inoltre solo Marketing Col Cuore ti dà la garanzia Soddisfatti o Rimborsati al 100%? Scopri di cosa si tratta.

 

Share This