Ristrutturazione aziendale: cosa significa?

 

Cosa s’intende per ristrutturazione aziendale? Che significato ha questo termine, così importante nella nostra epoca? Per capirlo dobbiamo andare per gradi, spiegando prima cosa sia una crisi aziendale e quando questa si verifica. Solo così potremo poi affrontare e capire il significato della ristrutturazione aziendale.

 

Crisi aziendale: cos’è

Nel nostro blog abbiamo a più riprese affrontato il tema della crisi aziendale (si veda ad esempio l’articolo “come affrontare una crisi aziendale”), per questo possiamo con certezza affermare che per crisi aziendale si intende generalmente quel periodo più o meno lungo della vita di un’impresa in cui le condizioni di operatività della stessa vengono meno a causa di specifici e decisamente rilevanti elementi di difficoltà. La possibilità di affrontare una crisi aziendale è quindi insita nel concetto di fare impresa, ovvero non si può prescindere dalla possibilità, anche recondita, che questo accada. Ed è per questo rischio insito nell’attività d’impresa che è sempre opportuno aver ben presente sia cosa sia effettivamente una crisi aziendale, sia come si manifesti; di modo da sapere quali indicati controllare periodicamente (come l’EBITDA) per cercare di prevenirne l’insorgenza o per essere in grado di riconoscere, nel momento in cui avvenisse la crisi, le principali cause scatenanti così da saper prendere le giuste ed opportune decisioni in merito.

 

Crisi aziendale: quando si verifica

La crisi d’azienda può essere essenzialmente di due tipi, economica o finanziaria. La prima si ha quando l’attività di produzione non è più in grado di remunerare il complesso dei fattori produttivi (ovvero quando l’impresa consegue risultati economici negativi); la seconda, invece, si ha quando il magazzino ed i crediti non riescono a generare la liquidità necessaria per rispettare le scadenze dei pagamenti; in altre parole quando viene a mancare la sincronia tra le poste finanziarie attive e passive. Inoltre, le difficoltà che stanno alla base dell’insorgere di una crisi aziendale possono essere dovute a fattori sia esterni (si pensi alla fiscalità opprimente e alle normative severe che danno poco spazio vitale alle imprese) che interni (mancanza di liquidità – più uscite che entrate – probabilmente dovuta ad investimenti sbagliati o ad una sbagliata gestione degli stessi). Va da sé, quindi, come la crisi aziendale rappresenti un momento cruciale a livello strategico (le decisioni prese in questo periodo segneranno con molta probabilità le sorti dell’azienda) e come sia quindi fondamentale, nello svolgere una qualsiasi attività d’impresa, tenere sempre bene a mente che la possibilità di dover affrontare una crisi aziendale è qualcosa da cui non si può prescindere quando si sceglie di fare il mestiere dell’imprenditore.

 

Ristrutturazione aziendale: che significa

Nel caso in cui si verifichi una crisi aziendale è lì che è necessario mettere in atto quella che viene definita ristrutturazione aziendale. Anche nel blog di MCC è stato affrontato il concetto di Ristrutturazione Aziendale a più riprese, per cui possiamo affermare che per ristrutturazione aziendale si intende quel processo attraverso cui si cerca di ristabilire quelle specifiche condizioni di equilibrio economico-patrimoniale-finanziario che sono venute meno col sorgere della crisi aziendale stessa. E’ un processo lungo, che deve essere svolto con la massima attenzione e cura (dal momento che da questo dipendono le sorti future dell’azienda) e che si divide in 3 fasi principali: analisi, strategia e gestione delle scadenze (per approfondimento si legga qui).

 

Per poter portare avanti con successo un processo di ristrutturazione aziendale, è assolutamente necessario redigere un Piano di Risanamento (o di ristrutturazione aziendale, appunto) che definisca un budget per sostenere i costi della ristrutturazione stessa e che guidi le decisioni prese nel tempo. E’ grazie a questo documento, infatti, se si è in grado di cercare e trovare le motivazioni che hanno generato lo stato di crisi così da elaborare uno specifico programma per il recupero della redditività aziendale. Con il Piano di risanamento aziendale si cerca di fotografare lo stato di crisi in essere e di fornire assunti come base strategica per il rilancio d’azienda descrivendo anche l’impatto specifico di tale strategia in relazione alla produzione, commercializzazione, alle vendite, agli investimenti e così via.

 

Clicca per conoscere la nostra proposta per un Piano di Risanamento aziendale che non solo sia fattibile ma anche risolutivo.

Inoltre la prima consulenza in marketing con noi è GRATIS. Richiedi subito informazioni.

 

E non finisce qui: Solo Marketing Col Cuore ti dà la garanzia Soddisfatti o Rimborsati al 100%. Scopri di cosa si tratta.

Share This