Hai lavorato sodo e finalmente stai per realizzare il sogno di aprire un hotel tutto tuo? Prima di tagliare il nastro dell’inaugurazione avrai sicuramente scritto il tuo business plan. Oggi nessun imprenditore può rischiare di lanciarsi in un nuovo business senza verificarne la fattibilità e la sostenibilità. Ed è sempre meno probabile che l’impresa abbia successo, confidando sul detto “sbagliando, s’impara”: oggi il mercato fa pagare cari gli errori.

 Il business plan è fondamentale perché:

• controllerai se sussistono le condizioni che possono determinare il successo del tuo progetto
• traccerai un quadro dell’idea imprenditoriale utile a coloro che dovrebbero finanziarti.

Nonostante sia un documento fondamentale, molti imprenditori non lo redigono. Per quale motivo? Molti, semplicemente, non hanno tempo. Altri non sanno proprio come preparare un business plan, altri ignorano cosa scrivervi, altri infine credono di trovare una scorciatoia scaricando un business plan già preconfezionato dalla rete. Ma non c’è niente di più sbagliato di tutto questo.
Marketing Col Cuore ti offre tutta la sua esperienza nella consulenza di marketing strategico e ti affianca nella redazione di questo documento.

Se non sai come affrontare la redazione del Business Plan puoi seguire il nostro Corso Specialistico On line Come Preparare Un Business Plan ProfessionaleSe lo scegli, hai molti vantaggi: è comodo da seguire, accessibile nel prezzo, professionalizzante e poi ha una marcia in più che lo distingue da tutti gli altri: scoprila subito.

Se invece non hai tempo ora di seguire il nostro corso, nessun problema, pensiamo a tutto noi con creando per te questo documento. 

Vuoi informazioni su questo servizio? Scrivici per richiedere una prima consulenza gratuita o telefonaci e scopri quello che possiamo fare per te.

Da sempre ne ribadiamo la sua enorme importanza. Ed infatti per tenere il passo con i rapidissimi cambiamenti del mercato e con la necessità di alzare la qualità del nostra consulenza e quindi del servizio abbiamo investito in tecnologia: stringendo un’importante partnership commerciale, abbiamo acquistato un sistema  dinamico per la creazione del Business Plan e per la programmazione delle strategie aziendale performante e all’avanguardia.

Scegliendo di affidarci la creazione del tuo Business Plan, avrai due vantaggi enormi:

• potrai prima vedere come funziona questo software quindi testarne le performance e l’affidabilità nell’elaborare tutte le variabili.
• potrai avere un business plan professionale fatto a misura della tua realtà imprenditoriale che si crea sotto i tuoi occhi in real time, riducendo drasticamente i tempi di attesa dei risultati.

Ma procediamo con ordine: ecco i dieci punti che non potranno mancare nel business plan dedicato alla tua attività alberghiera.

1. Sommario
Il sommario si articola in due parti.
La missione serve per illustrare l’essenza del tuo hotel. Qui spiegherei sinteticamente perché hai scelto di iniziare questa avventura o a quale urgenza essa soddisfa. Una chiara è quella di Qbic Hotels: “Spostare gli hotel modulari in immobili sottoutilizzati per abbattere i costi e i tempi di costruzione”.
• Obiettivi: cosa speri di ottenere? Per esempio: “Raggiungere un’occupazione annuale del 90%”.

2. Analisi dell’impresa

Illustrerai il concept del tuo hotel e gli USP (Unique Selling Points), evidenziando le caratteristiche e i servizi che distinguono il tuo hotel dalla concorrenza. Conoscere i tuoi concorrenti è una variabile fondamentale qualsiasi avventura imprenditoriale tu ti voglia lanciare.

3. Analisi del mercato

L’analisi di mercato è una sezione importante in cui riporterai i trend del tuo mercato di riferimento e quali possono essere le ricadute sulla tua struttura. Questo punto servirà agli investitori per essere sicuri che tu abbia veramente inquadrato il mercato.

4. Analisi dei clienti

Fornisci informazioni approfondite sul target di mercato:  delinerai caratteristiche demografiche, sociali, economiche, psicologiche e comportamentali dei tuoi futuri clienti per poi suddividerli in diversi segmenti. Che tipo di cliente soggiornerà in hotel ? Spiega in che modo il tuo hotel soddisferà le esigenze di questi segmenti principali in termini di posizione, comfort e servizi . In fine devi rispondere alla domanda più importante “perché i clienti dovrebbero scegliere il tuo hotel?”

5. Analisi concorrenza

Studia la concorrenza a livello locale. Illustrane con precisione  i punti di forza e i punti di debolezza, il tasso di occupazione e la quota di mercato. Consiglio di Marketing Col Cuore? Dai risalto a quello che più ti differenzia. Cosa rende veramente speciale la tua struttura?

6. Piano strategico

Si compone di tre parti:
• Marketing: in che modo raggiungerai i tuoi potenziali ospiti? Come imposterai la tua strategia di Direct Marketing? Come progetterai il tuo sito Web e le tue campagne SEO, SEM e SMM? Ti concentrerai anche sul marketing offline? Come sai, crediamo che oggi sia fondamentale elaborare un piano di comunicazione integrata.
• Distribuzione: quali canali userai per le prenotazioni indirette? Come gestirai la distribuzione e con quale software?
• Revenue Management: quale sarà la tua politica tariffaria e le tue strategie di vendita? E le tue condizioni di cancellazione e di pagamento?

7. Piano degli interventi

Riguarda la gestione pratica dell’hotel. Molte sono le domande che ti devi porre e soprattutto alle quali devi impegnarti a rispondere. Ecco le più importanti:
• Come gestirai l’hotel?
• Di quanti collaboratori e manager avrai bisogno?
• Quali saranno le loro mansioni
• Quando inizieranno a lavorare per te?
• Quali esperienze dovranno avere le persone del tuo staff?
• Quali saranno i tuoi standard di servizio?
• Chi saranno ti tuoi fornitori ?
• Come gestirai l’inventario?

8. Management Team

Includi le biografie del tuo staff. Consiglio di Marketing del Cuore? Pensa sempre a quello che ti identifica in modo distintivo e che sarà la leva trainante del successo del tuo hotel.

9. Piano finanziario
Fornisci un rendiconto preciso dei costi di avvio dell’attività per il tuo hotel , i costi aziendali, le spese operative e i ricavi previsti per i primi cinque anni di esercizio. Includi più KPI (Indicatori Chiave di Prestazione), per esempio il tasso di occupazione previsto, l’ADR (Ricavo Medio per Camera) e il REVPAR, ossia il ricavo calcolato per ogni camera disponibile.
Se si stanno cercando fondi definisci precisamente quanto sarà necessario e quando. Spiega come intendi garantire un ritorno d’investimento, e quando verranno pagati i creditori.

Per approfondire la tematica di come scrivere un business plan professionale, abbiamo letto How to write a persuasive business plan di Patrick Landman. Egli elenca dieci Fattori Chiave che determineranno il successo della tua attività. 

Eccoli in sintesi: 

• Scelta della location per il tuo hotel
• Permessi e licenze
• Costruzione o ristrutturazione dell’immobile
• Personale e formazione
• Apertura
• Break-even  cioè punto di pareggio tra costi e ricavi
• Mol/GOP  cioè margine operativo lordo: reddito di un’azienda basato solo sulla sua gestione caratteristica, al lordo, quindi, di interessi (gestione finanziaria), tasse (gestione fiscale), deprezzamento di beni e ammortamenti).
• Mon (margine operativo netto)

Secondo Landman il raggiungimento di ogni singolo fattore chiave conduce a un minor rischio per gli investitori. Una volta raggiunti tutti i fattori il successo dell’attività è praticamente garantito. Cosa ne pensi? Quanti obiettivi hai conseguito o sei in procinto di conseguire?

11. Appendice
Nell’appendice scrivi tutte le altre informazioni importanti. Non affollare i primi dieci punti del tuo business plan di informazioni, anzi utilizza l’appendice per dare spazio a quello che ritieni più importante.

Vuoi che ti affianchiamo con un’attività di consulenza in marketing per sviluppare la tua idea di business?

Ricordati che la prima consulenza in marketing con noi è GRATIS. Richiedi subito informazioni.

Non solo: Solo Marketing Col Cuore ti dà la garanzia Soddisfatti o Rimborsati al 100%. Scopri di cosa si tratta.

Ti è piaciuto l’articolo? Che cosa ne pensi? Se ti va, condividilo sui social, sostenendo il nostro lavoro. Scrivici la tua opinione, ci aiuterai a migliorare!

Share This